Il dialetto greco-calabro di Bova

Front Cover
Ermanno Loescher, 1880 - Greek language, Modern - 270 pages
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Popular passages

Page xi - Discorso intorno alla conformit della lingua italiana con le pi nobili antiche lingue e principalmente con la greca, gli storici della letteratura italiana, come da attendersi, non hanno dedicato molta attenzione.
Page xliv - Tu vai ronzando come fa la lapa — Intorno al bugno quando l'ora tarda.
Page 77 - Game secndu pu su lgu addi. Vedi che qualche ora tu mi cerchi E sempre errante vai e me chiami; Notte e giorno sempre sospiri, E quando non mi vedi per te fa notte : Inutilmente mi fai questi spregi; Se non mi ami tu mi amano altri : Le parole mie non le credi; Fa come ti dicono altri.
Page xxxvii - Verrai a piaggia, non qui, per passare : Pi lieve legno convien che ti porti. E il Duca a lui : Caron, non ti crucciare : Vuoisi cos col, dove si puote Ci che si vuole ; e pi non dimandare.
Page xviii - Saggio di Grammatologia comparata sulla lingua Albanese,
Page 76 - gapisi ddu para emme. Vado dov' io possa vederti sola Per venire ad inginocchiarmi davanti a te; Per domandarti come puoi stare Senza alcun tormento, alcuna pena: Non mi vedi che non ho pi fiato Pensando io sempre a te? Se vuoi che non m'esca l'anima Non amare altri fuori di me.
Page 34 - Sprto ja ton gsmo crti po. Caminai mondo e vidi ragazze, Ma bella come te non vidi mai ; Vidi le pi belle donne di Reggio, E innanzi a te mi sembrarono brutte: Quando tu ti vesti ed esci fuori II sole resta per guardarti: Se tu non- m' ami come prima Errante per il mondo certamente vo.
Page 74 - Io nessun altro che te amo, E tu pure nel tuo cuore mi porti: Tu sei il mio pensiero per dove vado, E tu pure...
Page xix - Otranto, per modo , che insieme ammontano ad oltre 18,000 individui, serbando ancora greca favella, e professando in massima parte il rito greco. La varia alterazione dei loro dialetti, e la mescolanza delle moderne colonie colle antiche, non ci permettono di precisare il tempo del rispettivo loro stabilimento in Italia. Interrogando gli scrittori ei documenti dei vari tempi, troviamo non dubbie tracce della presenza non mai interrotta di colonie greche nella parte pi meridionale della nostra penisola....
Page 19 - G sa su grafo se canno na jeli. Tu, ragazza, che passi molti guai, E questa pena poco ti dura, Vorrei venir teco l dove vai, E non v' amico che ti parli: Contenta ti lascier l dove vai; Parlando con me ti consoler: Ti lascio in modo che non sospiri, E quando ti scrivo ti faccio ridere. (1) Nel Canto LXI, che si combina con questo pel sistema delle rime, troveremo la frasefafgguo gui = patisco guai; nel C.

Bibliographic information