Page images
PDF
EPUB

LIBRO SESTO

ARGOMENTO.

Rafaele continua a narrare come Michele e Gabriele furono spe

diti a combattere contro Satano ed i suoi angeli. Descrivesi la prima battaglia : Satano e i suoi prodi si ritirano nella notte : raduna un concilio ; inventa ordigni infernali che nella pugna del secondo giorno turbano Michele ed i suoi angeli; ma alla fine eglino scardinali i monti opprimono e le forze e gli ordigni di Satano. Pur non cessando così il tumulto, Dio nel terzo dì, manda il Messia suo figliuolo pel quale egli ha serbato l'onore di questa vitloria. Egli nella possanza del Padre suo venendo sul campo e comandando a tutte le sue legioni di starsi al loro posto, col suo carro e fulmine si caccia pel mezzo de' suoi nemici, li incalza incapaci di resistere verso le mura del cielo , che apertesi, essi precipitan giù con orrore e confusione nel luogo del castigo preparato per loro nell'abisso. Il Messia ritorna con trionfo al suo padre.

Tutta noite il forte Angel corse i campi
Del ciel non inseguito: l'alba alfine
Dall'ore roteanti addotta , aprio
Con rosea man del dì le porte. É un antro
Dentro al monte di Dio, presso al suo trono
U' Luce e Tenebra in perpetua vece
Entrano ed escono e pel cielo care
Vicende mutan, come giorno e notte :
Luce s' affaccia , e all'altro fianco celasi
Tenebra umil, finchè a sua volta stendesi

To veil the heaven, though darkness there might well
Seem twilight here : and now went forth the Morn
Such as in highest heaven array'd in gold
Empyreal; from before her vanish'd Night,
Shot through with orient beams; when all the plain
Cover'd with thick embattled squadrons bright ,
Chariots, and flaming arms, and fiery steeds ,
Reflecting blaze on blaze , first met his view.
War he perceiv'd, war in procinct; and found
Already known, what he for news had thought
To have reported : gladly then he mix'd
Among those friendly Powers, who him receiv'd
With joy and acclamations loud, that one,
That of so many myriads fall'n, yet one
Return'd, not lost. On to the sacred hill
They led him high applauded, and present
Before the seat supreme; from whence a voice,
From midst a golden cloud, thus mild was heard :

* Servant of God, well done ; well hast thou fouglit
The better fight, who single hast maintain'd
Against revolted multitudes the cause
Of truth, in word mightier than they in arms:
And for the testimony of truth hast borne
Universal reproach , far worse to bear
Than violence: for this was all thy care
To stand approv'd in sight of God, though worlds
Judg’d thee perverse : the easier conquest now
Remains thee, aided by this host of friends,
Back on thy soes more glorious to return
Than scorn'd thou didst depart; and to subdue
By force, who reason for their law, refuse ,
Right reason for their law, and for their King

Pel ciel, sebben lå tenebra somigli
A crocea sera qui. Sorgca qual suole
L'aurora in ciel vestita d'oro empirco;
A lei dinanzi ne fuggia la notte
Percossa a raggi eoi; quand' ogni lito
Pieno di dense armate squadre e carri ,
Di fulgide armi, e di destrieri igniti
Sprazzanti rai su rai, scorse ei di fronte.
Guerra imminente guerra vede, e trova
Già noto quanto ei si credea novello
Aver recato : lieto allor si mesce
Fra gli amici guerrier che lui con gioia
Ed alti plausi ricevér, qual uno
Di tanti million perduti il solo
Tornato salvo. Al sacro monte il guidano
Alto applaudito, e al sovran trono innanzi
Lo sostano; da qui di mezzo a nube
D'oro una voce sì piacente udissi :

«. Servo di Dio, ben festi, e ben la pugna
Miglior pugnasti, chè tu sol trattasti
Contro rubelli torme la ragione
Del Ver, più forte in dir tu ch'elli in armi:
E per amor di veritade scherno
Da tutti avesti , che a soffrir più è duro
Che violenza : fu però tuo vanto
Serbare a Dio tua se', sebben rubello
Dicesserti altri: or ti riman vittoria
Più lieve, da este amiche squadre cinto
Riedi su tuoi nemici più glorioso
Che non schernito al tuo partire, e doma
Con forza chi ragion sua legge nega,
Relta ragion per legge, e per suo prence

[ocr errors]

Messiah, who by right of merit reigns.
Go, Michael, of celestial armies prince,
And thou , in military prowess next ,
Gabriel, lead forth to battle these my soos
Invincible ; lead forth my armed Saints,
By thousands and by millions, rang'd for fight,
Equal in number to that godlesss crew
Rebellious: them with fire and hostile arms
Fearless assault; and, to the brow of Heaven
Pursuing, drive them out from God and bliss,
Into their place of punishment, the gulf
Or Tartarus, which ready opens wide
His fiery Chaos to receive their fall. »

So spake the Sovran Voice ; and clouds began
To darken all the hill, and smoke to roll
In dusky wreathes, reluctant flames, the sign
Of wrath awak'd; nor with less dread the loud
Ethereal trumpet from on high 'gan blow:
At which command the Powers militant ,
That stood for Heaven, in mighty quadrate join'd
Of union irresistible , mov'd on
In silence their bright legions, to the sound
of instrumental harmony, that breath'd
Heroic ardour to adventurous deeds
Under their godlike leaders, in the cause
Of God and his Messiah. On they move
Indissolubly firm ; nor obvious hill,
Nor straiteoing vale , nor wood, nor stream,

divides Their perfect ranks; for high above the ground Their march was, and the passive air upbore Their nimble tread: as when the total kind or birds, in orderly array on wing,

Il Messia che di merto a dritto regoa.
Vanne, Michel , duce dell' armi empiree ,
E tu in virtude militar secondo,
Gabriel, gl' invitti figli miei guidate
A pugna; i santi mici guidate armati,
A mille e a mille li schierate in guerra
Eguali in numero a quell' empie ciurmo
Rubelli; e lor con foco e ferro ostile
Impavidi assalite, e fino al margo
Del ciel premendo, dal gioir, da Dio
Cacciatele entro a lor prigione, al gollo
Tartareo che già l' ignea sua vorago
Spalanca ad ingoiar la lor ruina.

Si l' alta voce; e nubi cominciaro
A intenebrare il monte , e in negre role
Fumo a versar, violente fiamme, segno
D'aspro furor; nè men paurosa e forte
Dall'alto su strepea l'eterea tromba :
A quel comando le guerriere posse
Che steau pel ciel serrate in gran quadrato
D'unione irresistibile, ne mossero
In silenzio lor fulgide legioni
Al suon di bellic' armonia che pianta
Eroico ardore a gloriose prove
Sotto i lor divi prenci, nella guerra
Di Dio e del suo Messia. Procedon ferme
E ben compatte; ned opposto monte
O stretta valle, o selva, o fiume turba
Lor dritte file; chè dal suol levate
Marciano , e sol lievi orme lor sorregge
L'äer supposto: come allor che tutte
D'augei le specie in ordinati voli,

« PreviousContinue »