Page images
PDF
EPUB

da tutti: il politico si perde nel poeta , e i dotti di ogni partito ravvisano in lui un vanto della sua patria in particolare ed una gloria dell'umanità in generale. Si ebbe gran rispetto ai suoi discendenti dopo la sua morte. Il sig. Addisson, quando era segretario di stato, fe' di una delle sue figlie un dono vezzoso; raccomandolla all'attenzione della regina Carolina consorte di Giorgio II e promisele un onorevole collocamento, ma ella poco dopo mori.

Nel 1750 il Comus fu eseguito a benefizio della stessa figlia, che fu favorita nell'impresa dal Doltor Newton Vescovo di Bristol, prelato la cui dottrina e cortesia illustra la sua professione; e il Dr. Johnson generosamente spogliati i suoi pregiudizi scrisse in quella occasione un prologo, che ebbe l'onore di concorrere alla conclusione della vita del nostro poeta immortale, come riconosce il Dottore. Sono sue parole, - Fu questo l' alto benefizio che il paradiso perdulo procurò sempre ai discendenti dell'autore ; e a questo, chi ora imprese a narrarne la vita, ebbe l'onore di contribuire un prologo.

Gli scrittori della vita di Milton generalmente hanno schivato di entrare in critico esame sulle sue opere , contenti di soscrivere alla universale opinione della eccellenza sua nel sublime, essendo il suo paradiso perdulo infinitamente superiore ad ogni altra compopimento del genere tentato sempre nel nostro linguaggio. Scrisse il sig. Addisson alcune belle note sul paradiso perduto; ma il Dottor Johnson ci lascið copiose osservazioni sulle sue opere in generale , le quali siccome indicano profondo conoscimento, benchè talora cosperse della sua solita asprezza, saranno base alle nostre animav versioni.

Questa gran critica comincia la sua disamina dalle

ton's poetical works with his juvenile productions, to which he ascribes general, though not equal merit, He adverts to what he calls preludes to our author's future labours, written in Italian, Latin, and English. With respect to the Italian, he professes himself incompetent to speak as a critic, observing only, that he had heard them commented on by a man well qualified to decide their merits. The Latin pieces, he says, are lusciously elegant; but the delight which they afford is rather by the imitation of apcient writers, by the purity of the diction, and the barmony of the pumbers, than by any power of invention or vigour of sentiment. This remark we conceive to be dictated by prejudice, if a judgment may be formed from his more eminent productions, which eyince such superior strength and originality of genius. He adds, that the Latin pieces are not of equal yalye, as the Elegies excel the Odes; and observes, in conformity to his political maxims, that some of the Exercises on Gunpowder Treason might have been spared. The English poems, he says, though they make no promise of « Paradise Lost, » have this evidence of genius, that they have a cast original and unborrowed; but he adds, their peculiarity is not excellence. « If they differ from others, he says, « they differ for the worse; for they are too much distinguished by repulsive harshness: the combination of words are new, but they are not pleasing; the rhymes and epithets seem to be labouriously sought, and violently applied. » It appears, however, from his manuscripts, preserved at Cambridge, that, in the early part of life, he wrote with much care: and had been indefatigably assiduous in the cultivation of his mind.

The Doctor passes no eulogium on Milton's little pieces, which he conceives to be deficient in peatness and

opere poetiche di Milton con i suoi giovanili componimenti, ai quali tutti egli altribuisce merito, sebbene non ngualmente. Egli pone avvertenze a quanto ei domina preludi alle future fatiche del nostro autore scritti in Italiano, Latino ed Inglese. Con rispetto all’Italiano, ei si professa incompetente a parlare da critico, osservando solo che li intese a commentare da un uomo assai degno di decidere il loro merito. I pezzi latini, dice, sono dulcemente eleganti ; ma il diletto che arrecano è piuttosto per l'imitazione degli antichi scrittori , per la purità della dizione , e per l'armonia dei numeri , che per alcun pregio di invenzione o vigore di sentimento. Questa nota noi la crediam dettata da pregiudizio , se può formarsi un giudizio dalle sue più eminenti produzioni, che mostrano tanta sovrana virtù e originalità di genio. Egli aggiunge che i pezzi latini non sono di egual valore , che le elegie soprastanno alle odi: e osserva, conforme ai suoi principi politici, che alcuni tratti sul tradimento Gunpowder per verità potevano essere sparmiati. Le poesie inglesi, ei dice, sebbea non promettano il paradiso perduto, hanno questa evidenza di genio che hanno tratti originali e affatto propri; ma aggiunge, la loro dote non è l'eccellenza. « Se essi differiscono dagli altri, » dice, « differiscon nel peggio: perchè son troppo marcati da ripugnante durezza ; le combinazioni delle parole son nuove, ma non piacciono; le rime gli epiteti sembran cercati con fatica, e violentemente applicati. » Appare ovunque nei suoi manoscritti conservati a Cambridge, che in sua gioventù ei scrisse con molta cura , e fu infaticabilmente assiduo in coltivar la sua mente.

Il Dottore non dà lode alle piccole elucubrazioni di Milton , che sono a suo giudizio manchevoli di

e

elegance, observing, that the author never learned the art of doing little things with grace; that he overlooked the milder excellence of suavity and softness: he calls him a lion that had no skill in dandling the kid. He considers the monody of Lycidas as exceptionable in many instances, and is of opinion that the approbation bestowed upon it is the effect of partiality to the author, rather than the intrinsic merit of the poem.

the poem. «Such, » he says, " is the power of reputation jastly acquired, that its blaze drives away the eye from nice examination. »

Of the two pieces « L'Allegro » and « Il Penseroso, » he thus remarks, with equal candour and justice: & I believe opinion is uniform; every man that reads them, reads them with pleasure. »

The Doctor then enters into a minute criticism on these two pieces, and evinces such extraordinary abilities for this very arduous department of literature, that we shall recapitulate his remarks for the amusement of our poutical readers.

« The author's design, , he says, « is not what Theobald has remarked, merely to shew how objects derive - their colours from the mind, by representing the operations of the same things upon the gay and melancholy temper, or upon the same man, as he is differently disposed, but rather how, among the successive variety of appearances; every disposition of mind takes hold on those by which it may be gratified.

« The cheerful mau hears the lark in the morning; the pensive man hears the nightingale. in the evening. The cheerful man sees the cook strut, and hears the horn and hounds echo in the wood; then walks, not unseen, to observe the glory of the rising sun; or listens to the singing milk-maid, and views the labours of the plowman

purezza ed eleganza, notando che l'autore non apprese mai l'arte di far cose brevi con grazia; che egli non curò il piú caro pregio di soavità e dolcezza : ei lo chiama un leone che non sa vezzeggiare il caprelto. Ei considera la Monodia di Licida come da eccettuarsi in molti esempi, e pensa che il gradimento mostrato a questo lavoro sia effetto di parzialità all'autore piuttosto che merito intrinseco della poesia.

Tal è » ei dice « la possa della stima meritamente acquistata, che i suoi splendori storoano gli occhi da scrupoloso esame. »

Dei due pezzi l'Allegro e il Pensieroso ei scrive con egual candore e giustizia : « Io credo opinione uniforme, che ogni uom che li legge leggali con piacere. o

Il Dottore quindi entra in minuta critica sui due pezzi , e mostra tali straordinarie abilità per questa molto ardua parte di letteratura , che noi riepilogheremo le sue osservazioni per diletto de' nostri poetici lettori. »

Il disegno dell'autore, ei dice, « non è come disse Teobaldo. meramente di mostrare come gli obbietti derivano i lor colori dall'animo, in rappresen. tando le operazioni delle cose istesse sull' allegro e malinconico temperamento, o sull'uomo stesso, secondo che egli è variamente affetto; ma piuttosto, come tra le succedentisi varietà di apparenze, ogni disposizione di mente si appiglia a quelle dalle quali è carezzata.

L'uomo allegro ascolta l'allodola nel mattino; il pensieroso ode l'ussignolo in sulla sera. L'allegro vede il gallo pavoneggiarsi, ed ode il corno e i bracchi risuopar nel bosco; passeggia quindi all'aperto a osservar la gloria del nascente sole; o ascolta il canto de' pastori, e considera le fatiche del bifolco è del

« PreviousContinue »