Page images
PDF
EPUB

Gli occhi sospesi, ansioso a chi si mostri
A secondar o oppor o a sè la prova
Perigliosa addossar; ma tutti muti
Stero in grave pensier pesando il rischio :
E ognun nell'altrui viso il suo terrore
Leggea stupito; niun tra il fior de primi
Eroi della celeste pugna ardire
Sentio da offrirsi o sobbarcarsi almeno
Al periglioso andar. Alfin Satano,
Cui gloria non volgar sui soci estolle,
Con orgoglio regal de' suoi gran merti
Alto sentendo , cosi parla immoto.

“ O progenie del ciel, empirei troni!
A ragion tienne alto silenzio e indugio
Benchè abbiam fermo il cor. Lunga è la via
E forte che da inferno mette a luce ;
Salda è nostra prigion; quest'alto vallo
Di fiamme edaci nove volte intorno
Ne serra, e porte d'adamante ardente
Su noi sbarrate vietan ogni uscita.
Queste varcate, chi le varchi , il vuoto
Cupo l'accoglie d'increata notte
Tra vaste gole e guai di vita estremi
Gli attenta assorto in quell'informe golso.
Se quindi egli esca ove che sorga un mondo
O ignoto lido, meno ignoti forse
Rischi gli restan o men arduo scampo ?
Ma io mal verrei su questo trono, .o Grandi ,
E in tal regal sovranitade adorna
Di gloria , armata di poter, se impresa
Proposta e fatta al comune ben, sott'ombra
D'ardüjtade o rischio trar potesse

Me from attempting.

Wherefore do I assume
These royalties, and not refuse to reign,
Refusing to accept as great a share
Of hazard as of honour, due alike
To him who reigns, and so much due
Of hazard more, as he above the rest
High honour'd sits?

Go, therefore, mighty Powers ,
Terror of Heaven, though fall'n, intend at home,
While here shall be our home, what best may ease
The present misery, and render Hell
More tolerable, if there be cure or charm
To respite, or deceive, or slack the pain
of this ill mansion: intermit no watch
Against a wakeful foe, while I abroad
Through all the coasts of dark destruction seek
Deliverance for us all: this enterprise
None shall partake with me. »

Thus saying, rose The Monarch, and prevented all reply, Prudent, lest from his resolution rais'd , Others among the chief might offer now (Certain to be refused) what erst they fear'd ; And, so refus'd, might in opinion stand His rivals; winning cheap the high repute, Which he through hazard huge must earn. But they Dreaded not more the adventure, than his voice Forbidding: and at once, with him they rose : Their rising all at once , was as the sound Of thunder heard remote. Towards him they bend With awful reverence prone, and as a God

[ocr errors]

Me dalla prova.

A che coteste insegne
Regie vesto io, ned al regnår mi nego,
Se ricuso accettar porzione eguale
Di perigli e d'onori', al pár dovuta
Al regnator, anzi più a lui dovuta
Di più perigli che più eccelso agli altri
Siede in onor?

Iteñe dunque, o forti,
Terror del ciel, benchè caduti, e oprate,
Finché qui stanza avrcm, che questa piéta
Suoi feri crucci disacerbi , e inferno
Men crudo sia; se pur v'è modo o incanto
Che tardi o illuda, o temperi il tormento
D'esta feral mansion i vegliate attenti
Contro a vigil nemico, mentre errando
Per ogni piaggia di ruina oscura
lo cerco un scampo a tutti noi: quest' opra
Niun partirà con me »,

Si detto, alzossi
Il prence ed ogni replicar prevenne
Accorto, non forse altri ora fra duci
S'offra animato del suo ardir ( securo
D'aver ripulsa ) a ciò che pria temea ;
E si repulso in chiaro nome s'erga
Rival suo, a vil mercando l'alto opore
Ch' ei per gran rischi acquisterà. Ma dessi
Temean non più la prova , che sua voce
Tiranna ; e tutti insiema con lui s' alzaro :
Il lor rizzarsi insieme parve un rombo.
Di tuon da lunge udito. Umili a lui
Proni e trementi inehjnano, e qual nume:

1

Extol him equal to the Highest in Heaven:
Nor fail'd they to express how much they prais'd,
That for the general safety he despis'd
His own: for neither do the Spirits damn'd
Lose all their virtue; Jest bad men should boast
Their specious deeds on Earth, which glory excites,
Or close ambition, varnish'd o'er with zeal.

Thus they their doubtful consultations dark
Ended, rejoicing in their matchless Chief :
As when from mountain-tops the dusky clouds
Ascending, while the north-wind sleeps , o'erspread
Heaven's cheerful face, the louring element
Scowls o'er the darken'd landskip snow, or shower;
If chance the radiant sun with farewell sweet
Extend his evening-beam, the fields revive,
The birds their notes renew, and bleating herds
Attest their joy, that hill and valley rings.
O shame to men ! Devil with devil damn'd
Firm concord holds, men only disagree
Of creatures rational, though under hope
of heavenly grace: and, (God proclaiming peace ;)
Yet live in hatred, enmity, and strife,
Among themselves, and levy cruel wars,
Wasting the earth, each other to destroy:
As if (which might induce us to accord)
Man had not hellish foes enow besides,
That, day and night, for his destruction wait.

The Stygian council thus dissolv'd; and forth In order came the grand infernal peers; Midst came their mighty paramount, and seem'd Alone the antagonist of Heaven, nor less Than Hell's dread emperor, with pompe supreme,

Pari l' esaltano all'Eccelso in cielo:
Nè finan di mostrar quant'alto è il lodo
Di lui che per comun salvezza spregia.
La sua : chè nè i dannati spinti tutta
Non perdon lor virtù. Non vanti adunque
L'uom rio sue geste in terra, cui già gloria
Move o chiusa ambizion foggiata in zelo.

Così il lor consigliar dubbioso ed atro
Finir, lieti del lor si altero duce:
Tal quando da alti monti nubi salgono
Negre, mentre aquilon si posa e velano.
Del cielo il vago aspetto , il vapor tetrico
Sui mesti piani in neve o pioggia solvesi;
Se avvien che chiaro il sol, con vale amabile
Stenda il suo raggio a sera, i campi avvivansi,
Tornan gli augelli al canto e gioia ostentano
Belando i greggi, e monti e valli echeggiano.
Infamia all' uom! Demòn con reo demonio
Rannoda pace, e l'uom sol è nemico

sebben con pace ei, tenga speme
Di celeste favor: Dio pace impera,
Pur elli in odi, in nimistadi , in liti
Viver tra lor, accepder crude guerre,
Vastar la terra e struggersi a vicenda.'
Come se all' uom (ciò che dovria tutte ire
Compor ) oste infernal già assai non fosse
Di di e di notte a suo dannaggio intesa-

Così fini il senato stigio; e fuori
In ordin venner gli infernali prenci:
In mezzo gia il lor gran sigoor; pareva
Solo il rival del cielo, e pur d'inferno
Temuto imperador con pompa augusta

Dell' uom,

« PreviousContinue »